Primo Piano
29/10/2021 Ambiente - Gestione Risorse Umane

Mobility manager: corso per adempiere all'obbligo

Assindustria Consulting promuove un corso per formare il mobility manager d'azienda ed elaborare il PSCL

Premessa

Entro il 22 novembre 2021 le imprese e le pubbliche amministrazioni con singole unità locali con più di 100 dipendenti, ubicate in un capoluogo di regione, in una città metropolitana, in un capoluogo di provincia ovvero in un comune con popolazione superiore a 50.000 abitanti dovranno adottare dei piani degli spostamenti casa-lavoro (PSCL) del proprio personale dipendente. Successivamente i PSCL dovranno essere adottati entro il 31 dicembre di ogni anno.

Oltre al PSCL, è prevista la nomina del mobility manager aziendale, un soggetto in possesso di un’elevata e riconosciuta competenza professionale e/o comprovata esperienza nel settore della mobilità sostenibile, dei trasporti o della tutela dell’ambiente.

I piani adottati, contenenti i dati relativi all’origine/destinazione e agli orari di ingresso e uscita dei dipendenti, devono essere trasmessi entro 15 giorni dall’adozione al mobility manager d’area del Comune territorialmente competente per la valutazione delle misure previste, l’armonizzazione delle diverse iniziative e la formulazione di proposte di finanziamento in relazione alle risorse disponibili.

Il servizio proposto

Al fine di ottemperare alla norma, Assindustria Consulting promuove un corso organizzato da Euromobility e SCRAT srl con lo scopo di formare una risorsa interna alle aziende nei settori della mobilità sostenibile e dei trasporti, al fine di permettere alle aziende la nomina del mobility manager d'azienda. Inoltre, oltre alla formazione teorica verrà elaborato un PSCL da adottare entro il 22 novembre.

Le date del corso

Il corso si svolgerà in modalità telematica in tre distinte giornate:

  • giovedì 18 novembre 2021: dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:30. Al termine del primo giorno del corso, sarà condiviso il documento di Piano che consentirà alle imprese e alle P.A. partecipanti di ottemperare all’obbligo di adozione del PSCL entro la data del 22 novembre 2021;
  • altre due date da stabilirsi nel mese di dicembre.

Quota di partecipazione

  • € 2.000,00 + IVA (singola iscrizione)
  • € 1.700,00 + IVA (socio Confindustria Pesaro Urbino)

La quota di partecipazione è comprensiva di: iscrizione al corso, fornitura del materiale didattico, del certificato di frequenza, del documento PSCL da adottare entro il 22 novembre 2021 e della licenza annuale di MM Survey e MM Tool per l'eleborazione del PSCL per l'anno 2022.

Iscrizioni

Per iscriversi è necessario compilare e seguire le istruzioni sul modulo di iscrizione allegato.

L'importanza di adempiere

Nonostante il decreto 12 maggio 2021 sia una norma imperfetta è comunque cogente e va a sommarsi al ventaglio di norme per le quali il loro assolvimento garantisce la conformità normativa, specialmente per aziende certificate.

In un'ottica più ampia, la gestione della mobilità aziendale è decisiva per lo sviluppo di un'impresa sul territorio: ha risvolti sociali, ambientali, economici, ma permette soprattutto di sviluppare strategie per migliorare l’accessibilità della sede aziendale e ottimizzare i costi e i tempi degli spostamenti casa-lavoro e lavoro-lavoro delle proprie risorse umane.

Il Mobility Management aziendale è quindi utile per:

  • Migliorare l’immagine aziendale: l’azienda potrà essere percepita dai propri dipendenti e dalle PP.AA. come una realtà attenta all’ambiente e al benessere sociale, rafforzando la propria attrattività per i giovani talenti;
  • Ottimizzare i costi di spostamento dei propri dipendenti e la domanda di sosta interna ed esterna all’azienda: è possibile promuovere modalità di trasporto più sostenibili e in grado di ridurre gli spazi necessari ai parcheggi aziendali;
  • Migliorare il benessere e il rendimento dei propri dipendenti: poter raggiungere l'azienda con mezzi alternativi all’uso dell'auto personale consente di evitare lo stress da traffico, ridurre l'incidentalità (infortuni in itinere) e, di conseguenza, migliorare la produttività e ridurre l'assenteismo;
  • Dialogare con le istituzioni del territorio: dall’analisi dei dati di mobilità aziendale può emergere l’esigenza di incrementare i servizi di trasporto pubblico e altri servizi per la mobilità sostenibile finalizzati a ridurre il traffico, la congestione e l’inquinamento con tangibili riscontri per il benessere dell’area territoriale coinvolta.

Per informazioni:

Perelli Enrico
e.perelli@confindustria.pu.it
Tel 0721 383 220

Tanoni Daniele
d.tanoni@confindustria.pu.it
Tel 0721 383 218

Design websolute web agencyWebsolute
Credits webit.it