Primo Piano
30/07/2020 Comunicazione

Coronavirus: aggiornamenti in tempo reale - 30 luglio

Aggiornamenti in tempo reale sull'emergenza Coronavirus.

30 luglio ore 16.30 - Comunicato stampa Consiglio dei Ministri n. 59: approvata al 15 ottobre proroga dello stato di emergenza.

21 luglio ore 9.00 - Il DPCM 14 luglio proroga fino alla fine del mese di luglio le misure di contenimento del Covid-19, già in essere con il precedente DPCM 11 giugno 2020.

12 giugno ore 18.00 - Pubblicato il DPCM 11 giugno che dispone la riapertura di nuove attivita' dopo l'emergenza Covid-19.

27 maggio ore 11.00 - Pubblichiamo la Circolare del Ministero della Salute n. 17644 del 22 maggio 2020, che contiene le indicazioni operative sulle procedure di sanificazione di strutture non sanitarie.

25 maggio ore 9.00 Nota di commento di Confindustria al Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020 (cd. Decreto Rilancio).

21 maggio ore 11.00 - Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Rilancio a sostegno di imprese, lavoratori e famiglie.

18 maggio ore 17.00 - Indicazioni per lo smaltimento dei DPI prodotti nell’ambito dell’emergenza Covid-19 da attività produttive.

18 maggio ore 16.00 - DL 16 maggio 2020, n. 33 “Ulteriori misure urgenti per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

12 maggio ore 18.00 - Sviluppata dagli esperti del Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università di Urbino e Confindustria una procedura snella, conveniente e legale per monitorare e contenere i possibili effetti del Covid-19 tramite test diagnostici volontari.   

7 maggio ore 10.00Elenco aziende del territorio che offrono prodotti e servizi utili alla ripresa delle attività nell'ambito delle misure anti-contagio. 

3 maggio ore 14.00 - Online il nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti utilizzabile dal 4 maggio. Può comunque essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali.

2 maggio ore 9.00 - Indicazioni operative del Ministero della Salute relative alle attività del medico competente nel contesto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del coronavirus negli ambienti di lavoro e nella collettività.

28 aprile ore 17.30 Lo scorso 26 aprile è stato emanato il DPCM che riassume i primi step della Fase 2. Dal 4 maggio le prime riaperture: ripartiranno, tra gli altri, le imprese di costruzioni, le industrie manifatturiere, estrattiva, automobilistica, tessile e del vetro. Via libera anche alla fabbricazione dei mobili e al commercio all'ingrosso funzionale.

26 aprile ore 21.00 - Indicazioni dei Ministri dello Sviluppo Economico, della Salute e delle Infrastrutture e Trasporti sul concetto di "attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale" contenuto all'art. 2, co. 7 del DPCM 10 aprile.

22 aprile ore 18.00 - Integrazione servizio Sicurezza sul Lavoro 'Covid-19' per le aziende 

18 aprile ore 16.00 Indicazioni di Confindustria Marche Nord sede di Pesaro Urbino sui test sierologici per Coronavirus.

14 aprile ore 15.00 - Alla luce del DPCM 10 aprile è stata aggiornata la modulistica relativa alle comunicazioni alla Prefettura di Pesaro Urbino per la prosecuzione delle attività da parte delle aziende interessate nei casi stabiliti dal Decreto.

14 aprile ore 9.00 Circolare Agenzia delle Entrate n. 9 del 13 aprile a commento di alcune misure contenute nel DL “Liquidità”.

11 aprile ore 16.00 - Ieri 10 aprile è stato pubblicato il nuovo DPCM con chiarimenti sulle attività produttive

9 aprile ore 17.00 Decreto Legge n. 23 dell'8 aprile (Decreto Liquidità) e nota specifica sulle misure di accesso al credito.

7 aprile ore 16.00 - Consultabili sul sito di Confindustria informazioni utili ed offerte per l'acquisto di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) e mascherine chirurgiche per le imprese associate.

6 aprile ore 9.00 - Determina dell'Agenzia delle Dogane del 30 marzo: le aziende con codice ATECO non ritenuto essenziale dal DPCM del 22 marzo non possono importare le mascherine. Per l'approvvigionamento dei DPI le aziende potranno usufruire dell'Accordo che Confindustria ha siglato con il Commissario Straordinario Domenico Arcuri

2 aprile ore 9.00 - DPCM 1° aprile 2020 

27 marzo ore 10.00 - Decreto Legge 19 del 25 marzo: Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.

26 marzo ore 18.00 - Aggiornato ulteriormente il modulo autodichiarazioni necessario per gli spostamenti.

26 marzo ore 16.00 - DPCM 22 marzo 2020: nuovo Allegato I e FAQ di Confindustria.

24 marzo ore 10.00 - Aggiornato il modello di autodichiarazione per gli spostamenti sulla base delle nuove disposizioni introdotte dal DPCM 22 marzo.

23 marzo ore 20.00 - DPCM 22 marzo e sospensione attività produttive: modelli per dichiarazione alla Prefettura.

23 marzo ore 8.00 - DPCM 22 marzo: blocco attività produttive non indispensabili fino al 3 aprile.

22 marzo ore 10.00 - Pubblicato il Protocollo di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel settore del trasporto e della logistica, condiviso tra il Ministero dei Trasporti e le principali Confederazioni e Organizzazioni sindacali del trasporto e della logistica.

21 marzo ore 18.00 - Siglato un Accordo di partnership tra Piccola Industria di Confindustria e Genertec Italia, per rispondere alla forte richiesta di mascherine, DM (Dispositivi Medici) e DPI (Dispositivi di Protezione Individuale). Predisposto anche un sondaggio sui fabbisogni del sistema produttivo di DM e DPI.

21 marao ore 15.00 - Documento di Confindustria - Affrontiamo l'emergenza economica per la tutela del lavoro: le proposte per una reazione immediata.

19 marzo ore 12.00Nota illustrativa di Confindstria al Decreto Cura Italia.

18 marzo ore 17.00 Nota di aggiornamento Decreto Cura Italia

18 marzo ore 16.30 Trasporti: nota Prefettura Pesaro Urbino

18 marzo ore 11.30 Fac-simile di protocollo di sicurezza aziendale per il contenimento del rischio da Covid-19 redatto da Confindustria.

18 marzo ore 9.00 - Ieri 17 marzo è stato approvato e firmato dal Presidente Mattarella il Decreto Cura Italia, contenente misure straordinarie per sanità, famiglie e lavoro. Pubblichiamo anche la relazione tecnica al Provvedimento.

17 marzo ore 16.00 - Aggiornato ulteriormente il modulo autodichiarazioni necessario per gli spostamenti. 

16 marzo ore 15.00Nota illustrativa di Confindutria del 15/03/2020 al Protocollo sottoscritto con le Organizzazioni Sindacali del 14/03/2020. 

16 marzo ore 12.00 - Il Comunicato Stampa Inps del 14 marzo informa che nel Decreto Legge di prossima emanazione ci sarà la proroga della scadenza dei pagamenti verso le Pubbliche Amministrazioni.

14 marzo ore 15.00 Check list della Regione Marche per valutare il rispetto della sicurezza Covid-19 dei lavoratori. 

14 marzo ore13.00 - Protocollo regolamentazione misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro

12 marzo ore 9.00 DPCM 11 marzo recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 sull'intero territorio nazionale.

11 marzo ore 14.00 - Emergenza coronavirus: le proposte di Confindustria Lombardia per garantire la continuità produttiva e di Confindustria a sostegno dell’economia del Paese.

11 marzo ore 11.30 - Modulo autodichiarazione spostamenti necessari (versione aggiornata dopo il DPCM 9/3/2020).

11 marzo ore 9.00 - Chiarimenti in tema di libera circolazione di merci e persone per motivi di lavoro

10 marzo ore 20.00 - Moratoria debiti bancari per emergenza Coronavirus.

10 marzo ore 17.00 - Aggiornamento indicazioni operative per le imprese dell'edilizia

10 marzo ore 11.00 - Circolare Prefettura Pesaro Urbino 9/3/2020 recante indicazioni e chiarimenti sulle limitazioni alla mobilità in entrata e in uscita ed all'interno del territorio provinciale e sulla documentazione comprovante la necessità dei suddetti spostamenti. 

10 marzo ore 9.30 - Firmato il DPCM 9 marzo recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale. Il provvedimento estende le misure di cui all'art. 1 del Dpcm 8 marzo 2020 a tutto il territorio nazionale. È inoltre vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. In ultimo, è modificata la lettera d dell'art.1 del Dpcm 8 marzo 2020 relativa agli eventi e manifestazioni sportive. Le disposizioni sono valide da oggi 10 marzo fino al 3 aprile 2020.

9 marzo ore 10.30 - Circolare Prefettura Pesaro Urbino 8/3/2020.

9 marzo ore 9.00 - Emergenza Coronavirus: chiarimenti al DPCM 8/3/2020.

8 marzo ore 21.00 - DPCM 8 marzo: ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sul territorio nazionale e Ordinanza 646 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile.

6 marzo ore 11.30 - Con riferimento alla nota di Confindustria “Emergenza Coronavirus e protezione dei dati personali” , che suggerisce l’opportunità di adottare policy di accesso ai locali aziendali e agli uffici speculari agli obblighi e alle misure di natura precauzionale prescritti dalle autorità competenti, si segnala l’esigenza di tenere tali policy costantemente aggiornate e di allinearle alle misure di volte in volta adottate. Infatti, rispetto gli obblighi di comunicazione all'Autorità sanitaria, si registra la rilevante novità introdotta dall’art. 1, co. 1, lett. i) del DPCM 4 marzo 2020, che circoscrive tali obblighi a coloro che dal 19 febbraio 2020 abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ovvero abbiano transitato e sostato nei Comuni italiani a rischio epidemiologico. Pertanto, a differenza di quanto previsto dal precedente DPCM 1° marzo 2020 (art. 1, co. 1, lett. g) richiamato nella citata Nota il mero transito nei Comuni italiani a rischio epidemiologico non costituisce presupposto per l'obbligo di comunicazione all'Autorità sanitaria.

6 marzo ore 11.00 - Con riferimento alle misure di controllo applicate ai cittadini italiani si segnala che al momento i seguenti Paesi hanno adottato misure restrittive agli ingressi.

5 marzo ore 17.00 - Il Garante privacy ha pubblicato sul proprio sito istituzionale un comunicato sui trattamento di dati personali realizzati dai datori di lavoro per assicurare la tutela e la salute nei luoghi di lavoro a seguito della diffusione del Covid - 19, Di seguito, il link al comunicato, che inibisce ai datori di lavoro la raccolta, a priori e in modo sistematico e generalizzato, di informazioni sulla presenza di eventuali sintomi influenzali a coloro che accedono ai locali aziendali e agli uffici, limita fortemente l’implementazione - in ambito aziendale - di misure straordinarie e di natura precauzionale comportanti un trattamento dei dati personali. Tuttavia, considerata la necessità delle imprese di adottare misure di questo tipo, anche al fine di consentire il prosieguo dell’ordinaria attività di impresa, Confindustria ha chiesto al Dipartimento della protezione civile un intervento urgente per rendere omogenee, in ambito aziendale, quelle misure precauzionali che, fermo il rispetto degli obblighi e degli adempimenti per la protezione dei dati personali, legittimino nei fatti il trattamento dei dati e delle informazioni di carattere personale dalle stesse derivanti. Nelle more di tale intervento, al fine di conformarsi alle indicazioni del Garante privacy, si allega una nota contenete alcuni suggerimenti per le imprese: Nota trattamento dati personali

4 marzo ore 9.00 - Ordinanza Regione Marche n. 3 del 3 marzo 2020

3 marzo ore 10.30FAQ coronavirus: pubblichiamo le risposte alle principali domande delle imprese nella gestione delle risorse umane in questo momento di emergenza sanitaria.

3 marzo ore 9.15 - Lo scorso 29 febbraio è stata emessa l'Ordinanza n. 642 della Protezione Civile, che prevede il diritto di richiedere alle banche, previa autocertificazione, la sospensione delle rate dei mutui per i soggetti titolari di mutui relativi agli edifici ubicati nella zona rossa, ovvero strettamente connessi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica (anche agricola) in relazione alla quale si ha la sede operativa nei medesimi comuni. Le imprese dovranno indicare nella richiesta il danno subito e la tipologia di sospensione, optando tra l'intera rata o la sola quota capitale.
Il 27 febbraio scorso, anche Cassa Depositi e Prestiti-CDP ha comunicato di aver avviato una serie di iniziative in favore di enti locali e imprese per supportare i territori colpiti dall'emergenza.
In particolare, al fine di sostenere l'accesso al credito delle imprese, attraverso la "Piattaforma imprese" CDP ha previsto di erogare risorse a favore di PMI e Mid-cap fino a un miliardo di euro, a tassi calmierati, da veicolare tramite il settore bancario.

2 marzo ore 9.00 - DPCM 1 marzo 2020 e Nota di sintesi al DPCM 1 marzo 2020

Il DPCM articola le misure di contenimento in base alle diverse esposizioni al contagio. In particolare:

  • nei Comuni della zona rossa, vengono previsti - tra l'altro - la proroga del divieto di accesso e allontanamento, la chiusura delle scuole e degli uffici pubblici, la sospensione delle attività lavorative per le imprese e dello svolgimento delle attività lavorative per i lavoratori residenti o domiciliati, anche di fatto, nel comune o nell’area interessata, anche ove le stesse si svolgano al di fuori dell'area;
  • nelle Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e nelle Province di Pesaro-Urbino e di Savona, scuole, uffici e imprese possono restare aperti nel rispetto però delle norme cautelative e di contingentamento. Il provvedimento prescrive inoltre l’obbligo di mantenimento di una distanza tra le persone di almeno un metro l’una dall’altra in tutti i locali pubblici, accompagnata da misure che evitino gli assembramenti;
  • nel resto del territorio nazionale - oltre a misure di informazione e di prevenzione - viene estesa la possibilità di applicare la modalità di “lavoro agile”, per la durata dello stato di emergenza, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, anche in assenza degli accordi individuali previsti.

1° marzo - Gazzetta Ufficiale

27 febbraio ore 19.00Ordinanza 2_2020

27 febbraio ore 17.15 - Tar sospende ordinanza Regione Marche, in via cautelare, con la quale la Regione aveva disposto la chiusura di scuole, musei, e inibito tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura sino alle ore 24 del 4 marzo

27 febbraio ore 12.00Nota esplicativa Ordinanza 1_2020

26 febbraio ore 10.00 - Pubblicata l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 1 del 25 febbraio 2020 avente ad oggetto: Misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

 24 febbraio ore  9.00 - CORONAVIRUS - INFORMAZIONI UTILI PER LE IMPRESE: COMUNICHIAMO LE PRIME INDICAZIONI UTILI ALLE IMPRESE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA SANITARIA IN ATTO.

Design websolute web agencyWebsolute
Credits webit.it